In questa guida spieghiamo come rivestire l’asse da stiro.

Stirare è una pratica spesso poco apprezzata dalle persone. Nonostante si cerchi di ridurre al minimo indispensabile la quantità di oggetti da sottoporre a stiratura, almeno una volta ogni due settimane è necessario farlo. Il quanto è dipende ovviamente da fattori come il numero delle persone nel nucleo famigliare e il tipo di abbigliamento che si adotta.

Se il tipo di ferro da stiro e la sua manutenzione è importantissimo, anche l’asse da stiro non è da sottovalutare. Scegliere quella giusta richiede attenzione al dettaglio. Risulta essere facile cadere nell’errore di comprare il prodotto più economico che si trova. Si scopre poi che non ha un’altezza regolabile, che traballa e  che tende ad arrugginirsi in fretta. Un aspetto importante, oltre alla scelta dell’asse da stiro giusto, è la sua manutenzione,  questa inizia dal rivestimento dell’asse da stiro.

Come potete immaginare, rivestire l’asse da stiro è un’operazione davvero molto semplice da eseguire. Quando comprate i vostri rivestimenti, scegliete quelli con gli elastici, in modo tale che calzino a pennello. Vi occorrono materiali elastici o semi elastici. Fate ovviamente attenzione anche alle dimensioni, se ne comprate uno troppo grande, poi farà le pieghe. Di conseguenza quando stirate non riuscirete a ottenere una stiratura perfetta. Un’altra cosa alla quale dobbiamo fare particolare attenzione è il materiale. Occorre scegliere un materiale particolarmente resistente al calore prima di tutto. Il consiglio è comunque quello di eseguire un doppio rivestimento.

Se si hanno problemi con le dimensioni del rivestimento, è possibile intervenire con il fai da te. Munitevi di una spillatrice, di quelle che si usano per fare i lavori di fai da te. In alternativa, se non l’avete e non è un oggetto che potreste avere bisogno di usare di nuovo, potete sempre arrangiarvi con le puntine da disegno. Posizionate la federa partendo da un lato. Piegatela subito sotto la vostra asse e fermatela con la spillatrice o con le puntine da disegno. Procedete poco alla volta, facendo attenzione a tirare bene la fodera, in modo che non si creino delle inutili pieghe e dei rigonfiamenti. Sono errori che poi vi costano cari quando andate a stirare perché una sola piega vi porta a riportare la piega anche sul capo che state stirando. Ricordatevi comunque di farne avanzare anche un pezzetto per poi coprire il bracciolo.