In questa guida spieghiamo come scegliere il migliore copriasse da stiro.

Una volta si stiravano i panni sopra una coperta di lana ed un lenzuolo di cotone. La lana serviva a restituire il calore ai panni, il cotone invece ad assorbire l’umidità residua. Oggi invece si usano i copriasse da stiro, da scegliere in base alle caratteristiche e all’asse da stiro.

Misure del Copriasse da Stiro

Per iniziare, ovviamente non puoi comprare un copriasse senza prendere le misure del tuo asse da stiro, in modo che tu possa scegliere la taglia adeguata, che deve essere maggiore di una decina di centimetri rispetto a quelle dell’asse, facendo attenzione che elastico e cordini siano robusti e facili da usare.

Inoltre, se devi lasciarlo in bella vista, perché lo usi molto spesso, fai anche attenzione che la fantasia e i colori del copriasse da stiro siano in tono con l’arredamento della stanza dove lo tieni aperto.

Materiale del Copriasse da Stiro

Un copriasse da stiro deve avere le stesse potenzialità, migliorate, della vecchia coperta di lana, quindi deve restituire il calore del ferro alla parte inferiore dei panni, in modo da stirarli sia sopra che sotto. Questo significa che deve essere di un materiale che non assorbe il calore, ma lo riverbera verso l’alto, invece che riscaldare l’asse sul quale è appoggiato. Generalmente un copriasse comune è realizzato in cotone, ma, per ottenere un risultato ottimale, deve essere tessuto insieme a dei fili termo sensibili, fatti molto spesso di rame o di un materiale analogo. Questa caratteristica, del tessuto ramato, ti consente di stirare più velocemente, su ambedue le superfici, e di risparmiare in bolletta, grazie ad un utilizzo ottimale del calore.

Per l’uso quotidiano invece un copriasse in cotone naturale spesso è la soluzione migliore, soprattutto se usi l’asse non solo per stirare, ma anche come comodo piano d’appoggio per imbastire un modello, cucire e rammendare un capo d’abbigliamento, o riprendere una trapunta imbottita. Le caratteristiche del cotone naturale infatti fanno di questo copri-asse un elemento facilmente lavabile, resistente e dotato di una buona capacità di grip, essendo più ruvido del cotone normale. L’inconveniente di questo tipo di copriasse è che rischia facilmente di bruciarsi, se dimentichi di sollevare il ferro rovente. In compenso puoi trovare in commercio dei copriasse in cotone grezzo, combinati ad uno strato sottostante con caratteristiche anti-vapore, per consentirti di usufruire di una superficie che sia contemporaneamente antiscivolo e radiante.

Tenuta del Copriasse da Stiro

Il grip del tessuto del copriasse, quindi la sua capacità antiscivolo, è altrettanto importante, perché serve ad evitare che gli abiti si muovano mentre stiri. Infatti, se il tessuto che stai stirando si muove, quando passi il ferro sulla sua superficie, la stiratura viene piena di grinze che, soprattutto se si tratta di una camicia, sono spiacevoli e antiestetiche. Altro caso in cui un copriasse non scivoloso ti torna utile è quando devi fare una prova di stiro sugli abiti nuovi, appena imbastiti o gonfi per l’imbottitura. Per evitare questo inconveniente devi scegliere un copriasse che, al passaggio del palmo della mano, faccia una discreta resistenza, anche a costo di prenderne uno apposta per i capi più delicati, da sostituire a quello di uso quotidiano in cotone naturale.

Imbottitura del Copriasse da Stiro

Altro elemento fondamentale, per avere un copriasse da stiro di qualità, è la sua imbottitura, sia come spessore che come materiale. Infatti, nella maggioranza dei casi, per ridurre il costo, i produttori utilizzano uno strato di gommapiuma, che è abbastanza denso da reggere il peso del ferro, ma che tende a deformarsi. Meglio orientarsi verso un’imbottitura in feltro, che dura di più ed è meno soggetta ad alterarsi. Tra l’altro puoi valutare l’idea di realizzare personalmente l’imbottitura del tuo copriasse, o di sostituire quella esistente. In questo caso devi cercarne una che sia sufficientemente spessa da lasciare sotto le dita l’impressione morbida del cuscinetto, con uno spessore tra 4 e 8 millimetri. Come materiale invece, se scegli di usare la gommapiuma, prendi quella per tappezzeria, in un negozio di tessuti, mentre, sempre nello stesso negozio, se vuoi il feltro, puoi chiederne uno scampolo da adattare al tuo copriasse.

Copriasse da Stiro più Venduti

Di seguito è possibile trovare una lista dei copriasse da stiro più venduti in questo momento con informazioni sui prezzi.